Come cavalcare e non essere uccisi sulle strade?


Allora?L'inverno e'finito.E'diventato piu' caldo per strada, la neve si e'sciolta, le strade si sono prosciugate, tutti hanno tolto le biciclette e sono andati in strada.I social media sono pieni di foto felici dei parchi.
Ma c'è una mosca nell'unguento: le notizie sono apparse anche "nella città di N, un'auto ha investito un ciclista." Perché la primavera, e non tutti i piloti sono abbastanza coscienti da prepararsi per i ciclisti sulla strada.Molti dei quali hanno un'idea molto vaga delle regole della strada e dei loro diritti / obblighi sulla strada.Come cavalcare e non essere uccisi sulle strade?

Dai, cominciamo.Cercherò di condividere esperienze e osservazioni per cinque anni di guida attiva per le strade delle città per la stagione, e, noto, senza una singola collisione o conflitto con gli automobilisti.Sono andato sia su MTV che su una bici da strada.Notes, probabilmente, sarà più adatto per i principianti che stanno iniziando ad andare sulle strade per la prima volta.E coloro che cavalcano attivamente, ma ancora non vanno oltre la foresta o il parco.Parliamo di guidare sulle strade pubbliche.

Il ciclista è un utente stradale a pieno titolo.

Il ciclista è un utente stradale a pieno titolo.Di conseguenza, ha sia diritti che obblighi.Sì, anche responsabilità.Il fatto che abbiamo due ruote non ci rende speciali!Nimbus non compare sopra e non ci sono vite supplementari!

Se state guidando sulle strade per la prima volta, sarebbe fantastico avere un amico ciclista esperto che mostrerà come guidare in modo competente nel traffico.Vai con lui una settimana o due, guarda attentamente cosa e come lo fa.Se questo non è il caso, guardare la strada durante la guida in auto, in taxi, nel trasporto pubblico.Quando e come le auto si muovono all'intersezione, come ruotano a sinistra e a destra, come OT (trasporto pubblico) fa cadere i passeggeri, e così via.Questo aiuterà a navigare rapidamente in una situazione incomprensibile.L'intuizione, e'solo un ricordo.

Se stai guidando sulle strade per la prima volta

I primi viaggi da soli sulle strade sono sempre un po'spaventosi, come su una bicicletta, che macchina.Condivido un attacco di vita: partire prima molto, molto presto.I miei primi viaggi erano in estate all'alba - era già luce, non c'erano praticamente automobili sulle strade ancora, c'era tempo di guidare per le strade quando nessuno vi infastidisce a concentrarsi, studiare e ricordare segni, il tempo del lavoro dei semafori.Raccomando di guidare attraverso tutti gli incroci e gli interscambi che ti spaventano la mattina, ricordando come guidarli in un'atmosfera rilassata, non ti perderai su di loro a ore di punta.Per esempio, ho girato tutte le aree e le strade necessarie diverse volte, fino a quando non ho ricordato tutto fino ad essere automatico.Superando la paura dei primi viaggi - si può andare in un weekend: ci sono meno auto, i piloti non sono così nervosi).Poi - nei giorni feriali, ma nel mezzo della giornata.E alla fine dell'ora di punta, nel centro della città.L'intero processo richiederà due settimane, a seconda della frequenza dei vostri viaggi, anche se tutto è molto individuale.

Beh, hai ancora deciso di andare in bici.

Beh, hai comunque deciso di andare in bici.Controlla la tua bici per freni e adeguati cambi di marcia.Credetemi, non è molto piacevole rilevare un freno difettoso, per esempio, su una discesa da una montagna o una catena inceppata e ruota quando un camion vola vicino a voi.Usa una speciale attrezzo per biciclette per questo.

Casco...Conosco molti adepti di giri in bici senza casco, che presumibilmente gli automobilisti di corridori senza casco vanno in giro ad una distanza maggiore, e che "ma ad Amsterdam vanno senza caschi e niente" e "guido con cura e non cadere." Ma credo anche nelle leggi della fisica.E il fatto che il cranio sia chiaramente inferiore in forza all'asfalto o al corpo auto.E il fatto che è 100% impossibile da prevedere quando si cade e don t toccare la testa con qualcosa di solido è impossibile.Un automobilista è almeno protetto dal metallo, mentre noi siamo protetti solo con un casco e abiti da bicicletta.Mi dispiace per il mio cervello, non sono fatti di polistirene, quindi il casco e'un must.

Ma in citta', puo'proteggerti in caso di caduta o collisione, e almeno proteggerti da lesioni.

Indossarlo per te o no sono affari di tutti.Ma in citta', puo'proteggerti in caso di caduta o collisione, e almeno proteggerti da lesioni.E anche - principianti, nonostante il fatto che guidano lentamente - cadere più spesso e con conseguenze più gravi, si prega di prendersi cura di voi stessi, non trascurare protezione.

Non leccare il marciapiede. Non c'e'bisogno di guidare una bicicletta fino al marciapiede.Conservare almeno mezzo metro per manovrare, altrimenti la macchina ti raggiungerà o pulirai il marciapiede se ti aggrappi a esso con un pedale.Più ci si avvicina al centro della corsia, più è probabile che l'auto ti sorpassi cambiando su un'altra corsia, riducendo il rischio di agganciarti con uno specchio come se stessi guidando nella stessa corsia.È chiaro che non c'è bisogno di diventare impudente e in un ingorgo guido con orgoglio nel mezzo della striscia, raccogliendo la coda dall'insoddisfazione, ma ancora pensare alla vostra sicurezza.Inoltre, le precipitazioni sono situate vicino al marciapiede, dove la ruota può cadere e la superficie della strada non è in perfette condizioni.E lì s un sacco di spazzatura e si può prendere un kaku che fora la vostra macchina fotografica.

Non c'e'bisogno di guidare una bicicletta fino al marciapiede

Velocità di movimento e segnali.I guidatori non sono telepati.Essi NON possono prevedere o leggere i vostri pensieri - se si desidera girare o scommettere sulla strada.Anche il ciclista non ha segnali di svolta.Quindi, le mani rimangono.Le regole indicano chiaramente come indicare al ciclista “ girare a sinistra”, 𔄘 girare a destra” e 𔄘 stop”.Anche se non tutti i conducenti li ricordano, allora in ogni caso, l'auto che viaggia dopo di voi reagirà a qualsiasi movimento delle vostre mani e si preparerà per il cambio di corsia o giro.Lo stesso vale per la guida in auto parcheggiate o altri ostacoli sulla strada: guardate intorno, assicuratevi di non guidare un veicolo vicino, mostrate con la vostra mano sinistra che state andando a sinistra e solo allora cambiare la corsia.

Le regole indicano chiaramente come indicare al ciclista “ girare a sinistra”, 𔄘 girare a destra” e “ stop”

Designazione della tua bici sulla strada. Giorno e notte.Assolutamente, assolutamente, 100%, esattamente, esattamente, la verita', la verita'.Osservate gli altri ciclisti di notte, che noterete prima e se ve ne accorgerete: con o senza un flash.Non fare affidamento sulle luci stradali o sui fari dell'auto.Il momento in cui sei notato in una giacca nera su una bicicletta nera (e tutto sembra nero di notte) può essere troppo tardi.Troppo tardi.A bagliore posteriore o braccialetto riflettente è poco costoso, ma vi salverà da collidere dietro. Luce frontale è altrettanto importante se guidi frequentemente la sera.Sulle strade ci sono buche, rami, cani che corrono lungo la vostra traiettoria e molto di più che il faro aiuterà a notare prima di colpire e cadere.Si vedrà anche guidare auto a incroci o strade secondarie.Raccomando di accendere la luce abbagliante nella “lampeggiante luce” modalità per un paio di secondi quando si sta guidando fuori dai cantieri o strade secondarie e si vede una macchina lì - la fonte di luce attiva è più, visibile sullo sfondo di fari auto più potenti la vostra auto non si perderà e un'auto di passaggio noterà la mancata.Lo stesso vale per il lampeggiante posteriore - in città nel traffico, passare alla modalità lampeggiante.

Designazione della tua bici sulla strada